Sentirsi liberi

Solo poco più di 2 anni fa se ci avessero detto la gioia di entrare in un centro commerciale o un supermercato senza indossare una mascherina li avremmo presi per folli.

Ma cos’è, un film di fantascienza di terzo livello?
Indossare sempre una mascherina sul viso, disinfettarsi le mani, tenere le distanze dalle persone intorno, che fantasia contorta e paranoica…

Se solo ci avessero detto che andare al lavoro sarebbe stata una conquista, si lavora da casa, col minimo di contatti umani possibili, ci si vaccina contro tutto…
non è poi passato tanto tempo da quando si seguiva giorno per giorno il conto dei contagiati e dei morti.

Eppure, ci siamo arrivati e adesso sembra una conquista esserne (quasi) usciti.

Ebbene si, stamattina sono andata in giro, ho preso la Metro, rigorosamente con la mascherina, e.. meraviglia, dento al Vasco de Gama si poteva stare senza, dentro al supermercato, in coda alla cassa, in giro per negozi: liberi!

Dopo mesi e mesi, 25 mesi per la precisione, si può andare in giro quasi dappertutto LIBERI.

Il Covid è finito?
mah, non ancora in effetti, se si cerca fra le notizie ci sono ancora “bollettini di guerra” con contagiati e morti, ma battuti e surclassati da quelli della guerra (vera) in Ucraina, e dalle notizie più “normali”, incidenti, politica, gossip e chi più ne ha più ne metta.

Ancora si parla di vaccini, la settimana prossima andrò a fare la 3a dose, giusto per essere tranquilla, alla fine la mia vacanza, di cui parlavo qualche giorno fa, saranno 4 giorni da mio figlio, e prendere un aereo per tornare in Italia, dove sono molto più paranoici per il Covid, richiede un Green Pass ineccepibile.

Ma ti assicuro, la sensazione di libertà girando per quel supermercato, è indescrivibile.

Che importano i crampi alle gambe per la mancanza di allenamento, che importa arrivare a casa dopo 3 ore col fiato corto, la luce in fondo al tunnel si vede ormai bene.

Bello sentirsi liberi, finalmente.

(Visited 14 times, 1 visits today)