Festa della donna

Festa della donna, ma festa di che?

Come odio questa festa ipocrita, non sopporto chi oggi si fa venire in mente che esisto solo perché un po’ dappertutto ci sono mimose e pubblicità.

La notizia è che io c’ero anche ieri e una settimana fa, e ci sarò anche domani (salvo magheggi del destino).

Oggi invece, come per magia, sono diventata una donna, una a cui dire “auguri”.

Auguri di cosa non si sa.

Festa della donna .. quella in cui le donne vanno a mangiare cinese in comitiva, chiocciando come galline scappate dal pollaio, e poi con aria complice, fra loro, vanno a vedere qualche patetico strip di palestrati.

Quella in cui sono autorizzate da mariti e compagni a uscire “da sole, solo donne, non vi vogliamo stasera ..”.

Si rendono conto che facendo cosi rendono ancora più evidente la differenza fra uomini e donne?

Si accorgono che viene loro “concesso” un comportamento prettamente maschile?

MA
solo per un giorno!!!

Donne, volpi siberiane spelacchiate: complimenti per la vostra emancipazione !!

Tanti auguri, donne.

Ma non per oggi .. per domani, dopodomani …

 
(Visited 9 times, 1 visits today)