Come stai ?

Come stai ?

Bene, grazie, sto bene.. che altro posso dire?

Che non sto per niente bene? che mi sento vuota e apatica, senza però saper dire il perché?

Forse gli ultimi mesi, forse la morte della mamma, forse il trovarmi all’improvviso a vivere quella che potrebbe diventare una vita normale, poter cercare un lavoro, avere dei compiti da svolgere, un posto dove vivere, persone con cui stare.

Questo, che è in fondo quello che cercavo, era uno stato che fino a pochi giorni fa restava sospeso come un’ipotesi possibile ma non reale, non davvero.

Mi ritrovo a pensare alle fasi della mia vita nell’ultimo anno.

Quando stavo a casa mia con lo spauracchio di dovermene andare e il lavoro che non trovavo.

Quando ogni scelta non è stata più possibile, la sola decisione era stata presa.

Il trasloco, lasciare la mia casa, il posto dove avevo scelto di vivere, ogni scatolone che ho chiuso era una ferita, ogni viaggio con la macchina carica un pugno nello stomaco, il senso di fallimento era un macigno nel cuore.

I primi giorni e poi i primi mesi in questa casa, la continua sensazione di incertezza, una settimana qui, 15 giorni a Padova, poi un altro po’ qui, una settimana a Milano.

Ogni volta che sembrava si potessero creare delle possibilità in poco tempo tutto crollava.

Qui… ma se poi prendevo impegni che non potevo mantenere?

E poi a Padova, la malattia scoppiata come una bomba, la soluzione più logica di fermarmi lì per quanto era necessario e quella meno prevedibile di dover invece andarmene di corsa, quasi scacciata.

E poi… tutto da capo si rimette in discussione, tutto si ritrova aperto a mille possibilità, scandito da quei giorni in ospedale con speranza e disperazione che facevano oscillare i piatti della bilancia da un giorno all’altro.

Fino alla fine.

Ora.

Ora mi sento sola, confusa, impaurita, stanca.

Ora ho il pianto in tasca in ogni momento e poco dopo mi sento come se fossi fatta di marmo, non mi interessa di niente e di nessuno.

Di me stessa per prima.

ora..  cosa volete da me?

Razionalità, serenità, speranza, ottimismo…

Vosa devo rispondere a chi mi chiede come stai ?

Sto bene…

(Visited 19 times, 1 visits today)