Sensibilità

Cosa puoi dire quando la sensibilità di chi ti sta intorno è la stessa di un semaforo?

Stai male, hai perso una persona che è stata importante nella tua vita.

Cerchi di reagire perchè sai che chi ti sta intorno non può capire.

Cerchi di andare avanti con la vita normale, perchè è così che funziona, perchè è così che si deve fare.

E poi ti senti dire: “beh, visti i precedenti è già tanto se è arrivato a quell’età…”

E dentro di te esplodi e pensi “Cristo santo, aveva 28 anni, aveva un cuore immenso, la sua sola colpa era di essere troppo fragile, non aveva il diritto di vivere un po’ di più?”.

Ma non dici niente.

Cosa puoi dire ?

Che c’è chi capisce la sofferenza solo quando ce l’ha sulla propria pelle?

Chi pensa che ci sono persone per cui puoi soffrire e altre che invece non lo meritano?

Che gli unici affetti veri sono quelli “adatti” a te, del tuo piccolo misero mondo, della tua età, quelli che conosci in modo “normale” e non con una chat.

Solo per quelli si può soffrire?

Non dici niente, non c’è niente da dire…

(Visited 15 times, 1 visits today)