Respirare aria libera

Sembra impossibile, sembra quasi come negli ultimi 40 giorni io sia stata prigioniera in chissà quale cella in isolamento.

Eppure non è che io non sia mai uscita, e non è che qualcuno mi impedisse di andare fuori puntandomi una pistola alla tempia.

Semplicemente sapere di essere in quarantena mi ha automaticamente condizionato.
Non si deve uscire?
bene, non esco, se non per motivi per cui è indispensabile.

Ma oggi sembra cambiata l’aria, oggi finito il lavoro mi sono vestita e sono andata fuori.

Qui c’è già la sensazione di essere quasi alla fine, alla conclusione di questo strano, anche se drammatico, periodo.

E fuori mi sembrava di non sentire il vento da anni, mi sembrava di non aver più visto l’altissimo cristallino cielo di Lisbona da secoli.

Mi sembrava di essere tornata a casa.

Il traffico è ancora molto scarso ma c’è, non si vedono più le strade desolantemente deserte di un mese fa (la foto qui sopra è di sabato scorso ma erano anche le 8 di mattina).

La gente per la strada c’è, cammina con tutte le varianti possibili di protezioni, da mascherina col filtro, occhiali, guanti e berretto fino a niente del tutto, come me.
O a una specie di maschera in plexiglas da saldatore, si c’è anche quella.

Alcuni negozi sono perfino aperti, c’è sempre la coda per entrare in supermercato ma paradossalmente sembra diventata una cosa normale, come se fare quella coda sia un’abitudine di anni.

Un paio di bar, compresa la Padaria, non hanno più il tavolino che sbarra l’ingresso, si può entrare e bersi un caffè al banco.

So che in Italia le cose sono ancora molto difficili ma anche lì si inizia a vedere la fine, da lunedì cominceranno a riattivarsi molte cose, perfino Marco mi ha scritto che ricomincia a lavorare.

Il Covid19 non ha ancora finito il suo sporco lavoro ma la gente può, e deve, ricominciare a vivere.

Non so ancora per quanto continuerò a lavorare a casa, dicono fino alla fine di maggio, ma quello per me non è un problema, anzi, se sarà possibile vorrei farlo anche quando tutto questo sarà finito.

Ma in fondo il succo è questo: se è una scelta va bene!

E comunque parlando di lavoro oggi mi sono levata una piccola soddisfazione, ogni tanto ci vuole.

Stamattina ho iniziato una cosa completamente nuova, non poi così complicata ma diversa da quello che faccio tutti i giorni.

Ho iniziato da zero, davvero dal non sapere come aprire la coda dei casi, e stasera la mia trainer ha scritto nella chat del team che .. beh che ho lavorato bene 🙂

Ce la sto mettendo davvero tutta, sto rinfrescando alla grande il mio inglese (anche se per il momento forzatamente scritto), sto imparando.
E se si aggiunge lo stipendio un pochino più corposo beh, sta dando i suoi frutti.

Insomma, va’ che bella giornata ^__^

(Visited 36 times, 1 visits today)

3 comments

  1. ciao Luisa

    Al contrario di molti carcerati che aspirano alla libertà …
    io l’aria liberà l’avevo e la ho ancora tutti i giorni ..
    libero di farmi i 40 km che separano il mio paese da Milano,
    libero di attraversare paesi deserti,
    libero di mettermi nel carcere della Protezione Civile per aiutare chi libero non è.

    Adesso tutto ricomincerà …lentamente, con le solite polemiche fra imbecilli e stupidi …
    in tutto quello che è successo … i meno importanti erano proprio loro … i Politici…
    ma non lo hanno capito ..e adesso cominci alo scarico delle responsabilità …
    i morti sono tuoi ..io non sono stato, avete sbagliato tutto …e così via.

    Ricomincerà anche la routine della gente comune ..quella che pensa ..spera … e dimentica tutto.
    Parlando con Croce Rossa ..e ben consci dell’emergenza che noi stiamo ancora vivendo…
    è emerso un semplice dato …60 milioni di abitanti ..contagiati ?
    Diciamo un milione ..e il resto ???
    e il resto lo dirà il tempo … se hai frequentato qualcuno positivo ..avrai qualche forma di
    anticorpo … altrimenti ..sarai sempre una persona a riscio …magari non subito ..magari non in estate
    ma prima o poi …o ti immunizzi oppure si ricomincia….

    Ma adesso si pensa al lavoro …. a recuperare il tempo “perso” ….si pensa alle vacanze …
    e intanto ..l’emergenza continua ..ora non è più sanitaria ..ma economica …
    molti non hanno più un posto di lavoro …altri non riapriranno…e gli anziani ..sempre più soli e abbandonati.
    Il fiume di volontari che svolgeva migliaia e migliaia di servizi per chi era chiuso in casa …
    la spesa, i pasti a domicilio, la consegna di mascherine, il trasporto negli ospedali, il recupero farmaci …
    tutta questa gente …o meglio i 3/4 di loro …sparirà con la riapertura delle attività e le possibilità di movimento…
    ma i problemi restano … troppi problemi sociali innescati dalla precarietà di molti lavori e dall’impossibilità di lavorare.

    Io continuo a lavorare, le mie 12 13 o 14 ore al giorno …i sabati, esco con il buio e torno ancora con il buio .. riesco a vedere qualche raggio di sole al mattino ..prima di entrare nel “bunker” della protezione civile…

    Qui sembra finita ..ma non è finita …
    ecco l’estate italiana …
    https://www.corriereadriatico.it/marche/coronavirus_fase_2_ultime_notizie_regole_spiagge_marche_decreto_luca_ceriscioli_niente_soldi_feste_sabbia_rischio_bambini-5203164.html

    Chiisà quando e come riusciremo ad andarci ..a ritrovare la mamma di Manuela…
    chissà??
    e nel frattempo sai cosa sogno ??

    Di essere carcerato … di poter vivere un mese chiuso in casa …senza fare nulla, dormendo, annoiandomi,
    ma assolutamente desideroso di poter vivere quell’isolamento che a me è mancato del tutto.

    tvb
    Walter

    1. Ciao
      Ho spostato l’altro tuo commento su “Chi è Shabar”, mi sembra più attinente 🙂

  2. Ciao Luisa …
    sarà che sono arrivato a 780 servizi ospedalieri di accompagnamento …
    per chi ha il coronavirus ma anche per chi ha ben di peggio …

    sarà che mi sento stanco come se avessi 100 anni ..

    sarà che dormo poco e male …

    sveglia alle 5:30 e ritorno se va bene alle 20:00 o qualcosa in più …
    ma tutto si è svegliato …tutto è presto dimenticato ..
    le strade solitarie che ho percorso per due mesi ..sono piene di gente
    che vive ..o pensa di vivere …

    nessuno si preoccupa di un essere infinitesimale che li ha messi in ginocchio …
    eh già ..l’uomo è grande …
    ma l’essere piccolino ha enormi vantaggi sulla bestia gigante !!!

    Perchè una bestia non può che essere tale,
    e allora tanto per dimostrare di non essere bestie ..continuiamo esattamente come prima.

    Comunque, proprio per la mia funzione attuale ..ho affinato il mio pensiero …
    tutto esiste finchè ha un senso ..oltre quello ..tutto esiste ma potrebbe anche non esistere
    con grande vantaggio di chi resterà.

    <...>

    Walter

Comments are closed.