tempo.. ieri, oggi e poi…

Tempo..

Due cose governano le nostre vite, l’amore e il tempo
e su tutte e due non abbiamo nessun controllo, l’amore entra dentro di noi e non lo vogliamo, non lo chiamiamo  ma che ci renda felici o che ci faccia soffrire le pene dell’inferno ci immergiamo in lui come in una piscina, lo esploriamo, lo sentiamo nella pelle e nell’anima

E il tempo… maledetto tempo, tempo che scorre inesorabile e ci segna e ci batte e martella con il ritmo dei minuti, delle ore, giorni

E anni.

Tic tac… tic tac…

E una mattina ci guardiamo allo specchio e vediamo in cosa ci ha trasformati e ci chiediamo come è successo ?

E un giorno ci rendiamo conto che pensiamo di più alle cose passate, vissute, che a quelle che ancora devono venire, ai domani, alle possibilità.

E sappiamo, oh si lo sappiamo bene, che ogni giorno, ogni mattina che ci guarderemo in quello specchio, di possibilità ce ne saranno sempre meno.

Lo sappiamo bene anche se lo neghiamo anche con noi stessi.

Camminiamo su un sentiero sempre più disconnesso, portandoci addosso i nostri dolori e acciacchi, sapendo che presto arriverà qualcosa che fermerà il nostro cammino.

In questo periodo il tempo che passa me lo sento nelle vene.

Perchè è vuoto, inutile, sterile, perchè lo sto riempiendo con niente.

Lo scopo della mia vita è alzarmi la mattina, bere un caffè di corsa e andare a portare i bimbi a scuola e poi… 

eccomi qua, scrivere se ne ho voglia, fare solitari e vedere qualche pezzo di film, pensare a come fare a fare un po’ di spesa coi 10 euro che ho in tasca.

il mio tempo vola e sparisce in una bolla di sapone che poi scoppia e lascia solo il niente.

Il mio tempo, la mia voglia di fare, i miei sogni e progetti..
tutto in quella bolla di sapone…

A volte mi chiedo dove sono andate tutte le cose che volevo fare

Mi chiedo se sto davvero facendo tutto quello che posso per aggiungere un mattoncino in più alla mia vita..

O se mi sto semplicemente lasciando andare…

(Visited 8 times, 1 visits today)