New start

New year… seems like a new way of thinking.

Si ricomincia.

Casuale o no che sia, questo inizio anno è un inizio per tutto, a partire dalla fine, intesa come fine dell’anno scorso, la notte dell’ultimo giorno del 2012.

Beh in effetti una fine anno diversa da quelle a cui ero ormai abituata.

Non passavo una fine anno con altre persone da… non so contare gli anni, circa una decina.

E non è stato male dopotutto, anche se all’inizio è stato un po’ arrendermi all’inevitabile.

Poi oggi, questo Capodanno tranquillo, che ha richiamato alla mente quelli della mia infanzia, in un certo senso, compreso il concerto di Vienna.

Adriana e Franco fanno di tutto per farmi sentire a casa, in mille modi e non posso che ringraziarli per questo.

Si rendono conto bene che per me è difficile, non riesco a evitare di parlare del posto che ho lasciato definendolo “casa”.

Piano piano perderò questa abitudine, piano piano questa diventerà casa e torno con la mente all’inizio, quando sentivo il bisogno di “casa” a tutti i costi.

So benissimo che niente mi è dovuto, che loro così mi stanno salvando la vita.

So benissimo di essere in debito con loro, sempre di più.

Cercherò di fare la mia parte, quello che posso.

Per andare avanti un altro po’.

Buon 2013

(Visited 10 times, 1 visits today)