In mezzo alla folla

Oggi ho avuto la bella idea di andare a cercare (e trovare) il famoso giaccone per il prossimo inverno che, finalmente, sta arrivando.
Quello che cercavo in Italia, senza trovare quello che volevo.

Avevo visto qualcosa che poteva andare bene una quindicina di giorni fa al Vasco ma quella volta non ero molto convinta, la taglia non c’era – o meglio c’era solo per un colore quasi arancione che ho scartato a priori.

Ma ce l’avevo in mente ed ero incerta se tornare nello stesso negozio o andare a fare un giro all’altro grosso Centro Commerciale di Lisbona, il Colombo.

Cosa abbia diretto i miei passi a Oriente di preciso non lo so, forse vedermi passare davanti il 767, quello che arriva al Colombo, forse prendere la metro al posto di un autobus andando verso l’ora di punta.

Come sempre eviterei i bagni di folla, se possibile.

Oggi invece ci sono cascata in pieno.

A oriente c’è il Web Summit e la folla in giro era allucinante, credo di non aver mai visto tanta gente così da queste parti, che pure sono sempre affollate.

Sono scesa dalla metro sulle 4:30 circa e fin dall’uscita della stazione era un continuo scansare, passare in mezzo ai gruppi di persone, aspettare per salire sulla scala mobile o per attraversare la strada.

C’è il mondo che gira per il Vasco e per i negozi, centinaia se non migliaia di persone tutte col loro bel badge col nome, mille lingue diverse, una festosa invasione di nerd che ricopriva tutto come una marea.

Ero già rassegnata che per per tornare a casa avrei trovato la metro stracolma ma arrivo ai tornelli e… non c’era credito nella tessera.

La coda, anzi le code, per gli sportelli automatici per le ricariche riempivano tutto l’androne della stazione, al punto che per passare ci si doveva aprire un varco fra la gente.

Ho pensato di chiamare Bolt ma è improponibile, 17 € per tornare a casa non li spendo, piuttosto aspetto.

Sì, si fa presto a dire, sono stata una ventina di minuti davanti alla stazione di Oriente e la gente era sempre di più.

Ho pensato: vado a Cabo Ruivo che non c’è mai nessuno!
Sbagliato!

Anche lì c’è la doppia coda per i biglietti, ma come mai?

In effetti non sono più solo quelli del Web Summit, ci sono tutti i bravi dipendenti TP che rinnovano gli abbonamenti, oggi è il 2 novembre, ieri era festa, per cui oggi sono tutti lì, in attesa paziente di fare quel maledetto rinnovo dell’abbonamento o biglietto, per prendere quella metro pigiati come sardine.

Sai come è finita?
Che ho aspettato un’altra mezzora fuori, a fumare un paio di sigarette, poi sulle 7 mi sono messa in coda che almeno era metà di prima, ma sempre mezzora me la sono fatta lì in piedi.

La metro almeno non era stracolma, nessuna delle due che ho preso, anzi a volte essere una vecchietta con le borse fa comodo, si solo alzati in due per lasciarmi il posto (e di sedermi ne avevo proprio bisogno).

Sono arrivata a casa dopo le 8, col mal di schiena e i piedi maciullati (e una fame da lupi).

Ah il giaccone… certo che l’ho preso, quello verde che avevo in mente (anche se nelle foto, chissà perchè, sembra beige… )

(Visited 14 times, 1 visits today)