Going on

Non scrivo da un po’, da quando sono tornata dalla Galizia in effetti, e il tempo sembra essersi fuso in una specie di nebbia dove è difficile distinguere le cose una dall’altra.

Da metà luglio è successo… beh non è successo praticamente niente.

Il lavoro, quello riempie le giornate, i mesi estivi che si supponeva, e non solo io, fossero un periodo tranquillo prima dell’abbattersi del ciclone prenatalizio, si sono rivelati un pre ciclone con tutte le caratteristiche del periodo che lo seguirà.

lavoro, lavoro, lavoro.

Isterismi collettivi fatti di messaggi scritti in pseudo lingua italiana si e no comprensibile, da affrontare con finta empatia e simpatia.

E con l’estate che ci si srotola davanti ai vetri sigillati del floor possiamo fare a meno di dire che non ci interessa di quelli che stanno in spiaggia, sotto all’ombrellone, a scriverci “dove è finito il mio pacco, voglio i miei soldi !”

Eccome se ci interessa !

Con la voglia di una boccata d’aria che non sia quella condizionata, fredda 10 gradi meno dell’esterno, ma soprattutto di uno stacco, di un orizzonte diverso intorno, di facce diverse da quelle di chi ti circonda 365 giorni all’anno.

Qui si sta bene, non potrò mai dire il contrario, siamo con persone che si sono amalgamate bene o male ma che fanno buon viso, in fondo è lavoro e ti arriva lo stipendio alla fine del mese, no ?

Ma a lungo andare pesa sempre di più e la carica è sempre meno.

Sono stanca, parecchio, e faccio fatica ad affrontare una dopo l’altra le giornate.

Forse perchè vedo all’orizzonte avvicinarsi le ferie, tanto aspettate, conto i giorni, compreso oggi ne mancano 6, che mi restano di lavoro prima dello stacco.

Anche se so che lo stacco sarà sempre troppo breve e pieno di altre cose ma sarà sempre un uscire da questo loop, un onda anomala che muoverà questa bonaccia che sembra infinita.

Devo un giorno dopo l’altro tuffarmi in quel loop e girare intorno, come una giostra che non ha mai un attimo di pausa, un infinito senza capo nè coda in cui infilarsi e correre seguendo la corrente, senza rallentare mai.

Saranno duri, pesanti, questi ultimi 6 giorni.

E anche oggi devo iniziare a correre… buona giornata !

Ah e anche buona domenica già che ci siamo 🙂

(Visited 29 times, 1 visits today)