Chi è Shabar

Shabar è il nick che usavo ai vecchi tempi delle chat, parlo ormai di parecchi anni fa.

Quei tempi sono finiti un po’ alla volta nel 2012 ma il nick è rimasto, insieme ad altri che usavo prima (Luy e prima ancora Babooshka), fa parte della mia storia e della mia vita.

Ci ho messo il “Lu” davanti perchè se si cerca Shabar in rete si trovano pagine diverse, un bar a Roma, un ristorante a Birmingham, un mantra, altre cose che neanche capisco cosa siano.

Lushabar sono io, e solo io.

E io sono Luisa, vivo e lavoro a Lisbona, uno dei migliaia di operatori di call center stranieri che negli ultimi anni hanno invaso questa città.

Ci vivo ormai da più di 4 anni e ci sto bene, ho fatto mia questa città anche se a volte avrei nostalgia, voglia di tornare nella mia terra, alle mie radici.

Ma la vita ti fa fare delle scelte e non si torna indietro, “dopo niente è più lo stesso”.

Questo sito è nato come piccolo blog nel 2009 e pian piano è cresciuto, ha cambiato aspetto e indossato vestiti diversi con l’andar del tempo.

Qui dentro ci sono amore, riso, pianto, fantasia e nostalgia, ricerca di qualcosa che non so ancora cos’è, vittorie e sconfitte.

È la mia storia, le mie vite passate e quelle che mi aspettano dietro l’angolo, la curiosità, la voglia di scoprire fino a toccare l’orizzonte.

Nella Home Page il Blog vero e proprio, con le varie cose che ho scritto nel tempo, giorno per giorno o solo quando ne ho voglia.

Viaggi: I miei giri raccontati come li ho sentiti e vissuti lungo la strada

Le mie Foto: Attimi fermati in uno scatto.

Lyrics & Dreams: Parole che mi hanno fatto pensare, sentire, amare.

Musica: Quella che mi ha accompagnato nella mia vita.

E a chi ci arriva, per scelta o per caso, dico… c’est un plaisir, bienvenue 🙂

नमस्ते

P.S. se volete contattarmi o avete qualcosa da dirmi —-> baboo@lushabar.it

(Visited 1.683 times, 1 visits today)

2 comments

  1. Ciao Luisa …
    l’isolamento ..stimola la scrittura … a magari anche la lettura …

    bellissimi libri hanno avuto origine nelle carceri,
    in conventi, persino nelle grotte con i disegni preistorici …
    molte persone si sono convertite leggendo libri … hanno studiato restando chiuse in prigione
    piuttosto che su una carrozzella per invalidi…
    insomma la solitudine … spesso e volentieri incita la conoscenza.

    ho trovato questo ebook ..se cosi si può chiamare …
    non sapevo dove postare questo link …
    il Titolo potrebbe essere “Chi era Shabar” … ma come tutti noi umani …
    usiamo il chi era ..solo dopo che qualcuno ci è passato …
    e invece …
    dedicato a te … che eri già l’ prima di andarci !!!

    https://www.google.com/search?ei=5DS8XsaOBcjSsAeN8IyADg&q=luisa+portogallo&oq=luisa+portogallo&gs_lcp=CgZwc3ktYWIQAzIGCAAQFhAeOgQIABBHOgIIADoECAAQQzoHCAAQgwEQQzoECAAQEzoICAAQFhAeEBM6CggAEA0QBRAeEBNQoStYlj9g6ERoAHABeACAAXKIAbgHkgEDOS4ymAEAoAEBqgEHZ3dzLXdpeg&sclient=psy-ab&ved=0ahUKEwjGkLXwtLHpAhVIKewKHQ04A-AQ4dUDCAw&uact=5

    sperando che il link funzioni…
    e su Wikipedia ..il resto di chi eri 🙂

    Walter

  2. Ciao Walter 🙂

    Il link che hai messo porta ad una ricerca su Google di “luisa portogallo” e mi ha fatto scoprire che qui un po’ di secoli fa ci sono state un paio di mie omonime piuttosto importanti, una regina di origine spagnola e un’Infanta morta molto giovane che per un pelo non è diventata una Savoia 🙂

    C’è anche un libro, “Donna Luisa di Portogallo” e probabilmente è quello a cui ti riferivi, me lo sono salvato e voglio leggerlo, appena ho un po’ di tranquillità.

    Come dici tu per scoprire chi ero.

    Ti ringrazio molto in ogni caso del pensiero, molto simpatico.

    Un bacio

Comments are closed.