Solitudine e casa di nuovo tutta per me

solitudineSolitudine, che meraviglia, quando è per scelta ovviamente.

Sono a casa mia da sola per la prima volta dal 31 dicembre del 2012, me la ricordo e me la ricorderò sempre quell’ultima sera e notte..

Casa mia e da sola… le stanze ormai svuotate e spersonalizzate, la macchina carica e in attesa di essere caricata ancora di più con le ultime cose e il computer

Il mio PC è stata l’ultima cosa che ho chiuso e imballato, non ho fatto neanche il caffè.. e già sapevo bene quanto mi sarebbe mancata la mia solitudine, le mie cose, la mia autonomia.

E quanto mi è mancata davvero.. solitudine..

Solitudine per scelta, per carattere e stile di vita, solitudine per vivere con la sola persona che conosco da tutta la vita che ancora non mi ha tradito, me stessa.

Bellissima, ambita, sognata, desiderata solitudine.

Questa casa di solito è piena di rumori, voci, odori.

Roby che tossisce quando si sveglia, Massi che si alza e fa il caffè e fuma nel soggiorno..

Il rumore del gancio della porta del bagno che ti dice di aspettare, non è libero, la carta igienica che è sempre quasi alla fine del rotolo..

I bicchieroni gialli nel lavello, il caffè nel barattolo che cala vertiginosamente come per magia..

Il fischio di un whatzapp diverso dal mio, la lavatrice che fa la centrifuga e lo stendino pieno di roba..

queste e altre 100 piccole cose fanno parte di questa casa e della vita quotidiana, sono la colonna sonora delle giornate e sono belle piccole cose, che fanno anche sorridere e che forse dopo mesi mi mancano già un po’

Ma essere sola qui, dopo 9 mesi che vivo qui, è stupendo.

Roberta è in ferie, in Italia, la famiglia Pisi è in Olanda, a Massi brillavano gli occhi dalla voglia di andare, come un bimbo alle giostre, Valentina mostra meno ma anche lei non stava nella pelle ieri quando dovevano partire.

E da ieri sera sono qui, “padrona” di questo posto che da 9 mesi chiamo casa, anche se parzialmente, e sono contenta che così sarà per i prossimi 8 giorni.

Nei prossimi giorni mi abituerò a gestire questa mia nuova solitudine ma .. un po’ mi mancano i miei ragazzi però..

3 comments

  1. Thinking of you every day, thinking where are you, what you’re doing and not being able to lay an arm around your shoulder or to talk with you and tell you I’m here my dear friend <3
    Feeling guilty 🙁

    1. Why guilty dear ? nooo please, don’t
      I like my life here, I’m fine, I live and work and breath the air and smile, finally.
      Don’t worry about me, for the time that will last I’m glad I made this choice.
      Life has given me this opportunity and I thank every day.
      Of course, I miss a lot of people and things that I left behind me but I carry them within me.
      You are one of those and never leave me.
      As I never forget you and I think of you and I continue to think that one day I will come and hug you.
      I still love you my dear friend.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *