Ricordi…

E io com’ero?
mi sentivo molto sola… mi ricordo che giravo spesso e finivo sempre per andare sul mio fiume.. e restavo lì, spesso nn c’era nessuno..
lo sentivo come un posto mio e un po’ così lo sento anche adesso.

Mi ricordo che sognavo ad occhi aperti.. e pensavo che prima o poi quelle acque a volte vorticose e altre lisce e tranquille mi avrebbero avuto…
Scrivevo poesie tristi e piene di solitudine.. le scrivevo dovunque capitasse, per poi quasi sempre dimenticarmene..
Ho ritrovato una cosa che ho scritto a 18 anni sul retro di un cartoncino di Minerva.. 
la data è 8 Luglio 1975

Parole incomprensibili
da dire
da urlare
da gridare forte.
Ma in fondo
gridarle a chi?
Nessuno mi sente
nessuno mi ascolta.
Posso solo piangere
nel mio eterno silenzio
nascosta da coltri di nebbia
che coprono la mia
vera immagine
Luisa 75

(Visited 14 times, 1 visits today)