16 anni dopo, più o meno

Dico spesso che siamo quello che siamo stati e a volte il passato si ripresenta, così, senza preavviso, te lo ritrovi alla porta di casa.

Come mettere in ordine le idee per raccontarti cosa è successo ieri… dunque.

Io e te ci siamo conosciuti alla fine del 2008 in una chat e tutti e due non eravamo nuovi a quell’esperienza, anzi, avevamo anni di storie di chat alle spalle, ognuno la sua.

Io allora le frequentavo ormai da quasi 5 anni e ne avevo conosciute tante, tanta gente, tante vite erano passate vicino alla mia in quel modo, in quel mondo.

La mia “prima volta” è stato un timido ingresso in una delle room di Winmx che si chiamava Bella Italia, gennaio 2004, non avevo idea di cosa mi aspettasse, sicuramente non avevo idea che quel giorno avrebbe cambiato la mia vita, e non per modo di dire..

Per chi dovesse leggere e non sapere di cosa parlo, Winmx era (ed è, esiste ancora in qualche modo) un programma per scaricare files, che fossero musica, film o cheneso, ti accodavi a chi aveva in share il file che volevi e con tanta pazienza e ottimismo scaricavi il file (vista la lentezza delle connessioni di allora).
Ed aveva al suo interno uno spazio per creare delle chat o dei server Opennap dove, se si voleva, si entrava per chiedere i files da scaricare, fra l’altro.

Che tempi, cavolo.

In quella prima chat dopo un po’ di volte che ci entravo avevo conosciuto un po’ di gente, Max che era l’host, e altri che la frequentavano spesso.

Fra questi c’era Saso e spesso gli passavo files e parlavamo di questo e quello, come si faceva normalmente.

Come sia andata che poi con lui abbiamo deciso di aprire una chat nostra non me lo ricordo più, mi sembra di ricordare che Max era un dispotico spaccapalle e così ci siamo messi d’accordo.. ed è nata Lunanuova, prima come semplice chat e poi come server.

“Lunanuova è stata un’avventura”, sto citando dal suo epitaffio, un po’ di tempo dopo.

Ma come a volte succede, se si è fortunati, è servita ad avvicinare persone che forse non avevano molto in comune a parte la voglia e la disponibilità di stare con altri come loro, pur “nascosti” dietro a nick più o meno fantasiosi.

A volte che richiamavano il nome vero, come per Saso, altri totalmente inventati, io ero Babooshka allora e lo sono stata per molto tempo ma sono stata anche Asdrubale, Luy e poi, alla fine, Shabar.

Piano piano si sono aggiunti altri, uno dei primi è stato Marcolino (Techno) e poi Gledis (nome vero), Ste (Stefano), Orosaiwa (Daniele), Zar (Zeno), Minosse (Davide), M@rco (coso), Rouge (Debora), DjNico (Nico), DjAndrea (Andrea), FollettaPazza (Jessica), cave_canem (Davide), Heineken (Dario), Quetzalcoatl (Paolo), e moltissimi altri che al momento non ricordo.

Faccio anche un po’ di confusione perchè dopo Luna ho avuto altri server, Sogni_Riflessi, Tegucigalpa, ONU, fino a Primavera che è stato l’ultimo mio, a parte contributi vari ad altri fra cui il tuo.
Senza dimenticare le varie chat straniere, quella di Klara (olandese ma in inglese), le chat franco/canadesi, quella messicana di Marecita 🙂

Ma sai perchè racconto questa favoletta?

Ieri ricevo una mail da Gledis che dice: cerco la zia Luy.. cavolo rispondo subito dicendo va’ che bel, qui zia Luy, presente!!

Per farla breve lei e altri stavano cercando di rintracciare tutti quelli che 16 anni fa erano nella nostra chat, lo stavano facendo da FB e già erano una decina a cui mi sono poi aggiunta io.

E poi hanno aperto un bel gruppo su Whatsapp che adesso, nel giro di 2 giorni, è diventato la nuova chat, siamo in pochi, di molti di allora non abbiamo riferimenti o si sono persi i contatti, o non ci sono proprio più, come Makko, ma stiamo cercando di ritrovare più gente possibile.

Bello, anche se non poi perfetto, già leggendo quello che si scrive in questi giorni riesco a ricordare i motivi per cui tutto è andato in malora 16 anni fa, ma bello lo stesso perchè, non più ragazzini ma quasi tutti quarantenni o più, non hanno perso il loro smalto, la loro voglia di creare di nuovo la famiglia che eravamo.

E ci stiamo provando, sai?
Magari sarà una cosa che si fermerà presto, dopo finito questo periodo in quarantena e quando le nostre vite torneranno ad essere più normali, o forse anche prima, passata l’euforia del momento, ma ci stiamo provando, ed è bello sapere che, nonostante gli anni passati e i cambiamenti della vita, in fondo siamo sempre noi, gli stessi che si volevano bene allora.

Un bel ritorno al passato anche se mi mette un po’ di tristezza a ripensarci, io non sono più quella di allora e credo valga per tutti o quasi, ma mi piace, sono contenta di questo flashback ad quel periodo particolare della mia vita.

Grazie famiglia di Lunanuova 🙂

(Visited 7 times, 1 visits today)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.