Cronache da Lisbona.. la Metro

Due parole sulla metro di Lisbona.

Ho già detto che le stazioni sono quasi tutte piastrellate, tutte diverse una dall’altra, e alcune sono bellissime.

I treni invece sono tutti uguali, relativamente nuovi color grigio acciaio e quasi sempre rosso e blu.

Non importa che linea sia.

Le linee sono quattro, Io sto sulla verde e mi piace questo perché è l’unico colore che dicono nello stesso modo.

Poi c’è la gialla (Amarelha), la rossa (Vermelha) e la blu (Azul).

Io le ho provate tutte ma non sono andata dappertutto, ci mancherebbe.
Poi ci sono zone della città dove la metro non arriva.

Tornando ai treni, ormai ho imparato, arrivano sempre da destra, e si scende sempre a sinistra rispetto alla direzione di marcia.

Questo non significa che non mi incasini ogni volta.

La mattina vado verso Telheiras per una fermata, scendo a Campo Grande e poi prendo la gialla, direzione Rato, 2 fermate e scendo a Entrecampos e sono arrivata.

La sera direzione Odivelas, a Campo Grande si cambia e si prende la verde direzione Cais do Sodré.

Facile dirlo adesso, con la piantina della rete davanti (si, sto barando), quasi ogni volta devo guardare i cartelli, vado di qua o di la?

Ovviamente me la cavo sempre ma ormai dovrei aver imparato..

Almeno ho imparato da che parte uscire una volta scesa dal treno, dopo aver fatto delle belle scarpinate, sia sopra che sotto la sede stradale.

La cosa che mi suona strana è che a Milano non ho mai avuto questi problemi, e neanche a Roma.

Ma lì la linea rossa è rossa, la verde è verde.

Non credo che sia questione di nomi delle stazioni, ormai dopo un mese li ho imparati abbastanza e mi ci orizzonto, ma mentre per le strade mi sento a mio agio, cammino per la città e mi sento parte dell’ambiente, la Metro la vivo sempre come se fossi un’intrusa che è entrata dove non doveva.

Problema mio eh, non c’è niente di particolare che mi faccia sentire così..

Ma ogni santissima volta che ci salgo non riesco a non fare i confronti con altri tempi, altri momenti, altre Metro.

Magari mi ci vuole più tempo…

(Visited 9 times, 1 visits today)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.